martedì 8 novembre 2011

Errori (ed orrori) di traduzione in One Piece volume 61

martedì 8 novembre 2011
E' uscito da poco il volume 61 di One Piece, e come al solito ci troviamo davanti una sfilza di errori, grossolanerie, refusi e aborti, sia in fase di traduzione che in quella di adattamento.
Il refuso "Omara" al posto di "Ohara" grida ancora vendetta, ma ben peggiori sono gli adattamenti di Caribo e Coribo in "Calibù e Calibù".

All'interno di QUESTO FILE trovate tutti gli errori di traduzione del volume 61.
Si ringrazia gentilmente Taka no Moneys per il lavoro enorme.

Fateci sapere che ne pensate, e se vi va, supportateci!

14 Commenti Pirateschi:

Gear 2nd ha detto...

Su alcuni sono d'accordo ma su altri no...ad esempio questo "pag.104 Franky dice: "Rayleigh è il n.° 1 in queste cose" una traduzione migliore sarebbe: " Rayleigh è davvero bravo…" oppure, "Sa davvero il fatto suo..""...ok volere un buon lavoro ma qui si è un po' troppo pignoli, è questione di adattamento (e non così sbagliato visto che il senso è davvero lo stesso)...ma anche questo "pag.110 Sanji dice al pescatore:"..stai avendo fortuna?…" Sarebbe stato meglio un semplice: "Preso niente oggi?""...io ho capito benissimo che intendeva anche con un adattamento differente.
Insomma è un ottimo lavoro, ma alcuni non sono errori (si basano più su gusti soggettivi).

Anonimo ha detto...

anche altre volte è capitato che da un capitolo all'altro cambiavano i nomi o altre cose, però poi le aggiustavano sempre. tranne per il volume 52 che hanno dovuto ristamparlo correggendo la valanga di errori.

Anonimo ha detto...

concordo con Gear 2nd. sono solo alcune frasi a stonare sul serio (tre, quattro..), ma non ci si fa nemmeno caso in un volume da centinaia di pagine. sul resto degli "errori" si può tranquillamente passare sopra. la gran parte sono come quelli riportati nel commento sopra il mio, inutile quindi fare ulteriori esempi per dire che il volume, alla fin fine, va più che bene anche così.
certo farebbe piacere una maggiore coerenza coi volumi passati in certi passaggi, ma nel complesso non ci si può lamentare troppo questa volta, secondo me.
Joseph Joestar

sommobuta ha detto...

Riporto il mio commento da Facebook.

"endenzialmente, a parte qualche svista colossale e qualche adattamento fatto "alla cazzo di cane", non mi è dispiaciuto. Il problema è che una CE non dovrebbe MAI fare errori, grossolanerie, e sviste, in quanto noi paghiamo moneta sonante. E mi incazzo quando trovo refusi, poichè investo soldi in un prodotto malfatto. Perciò, se qualcuno (in questo caso Taka no Moneys) si è preso la briga di confrontare i volumi giapponesi con quello italiano made in Star Comics, presentando tutti gli errori, sono ben contento di pubblicare il suo lavoro sul sito. ^_^"

Anonimo ha detto...

Pagare 3,90euro per essere preso per il culo,mi fa incazzare.Com'è possibile che commettano degli errori?!Noi paghiamo per avere una traduzione FEDELE e non un'adattatura a piacere!!!Dovrebbero fornirci una ristampa dal primo volume con una traduzione perfetta gratuitamente a noi coglioni che abbiamo preso tutti i volumetti.

Taka ha detto...

Salve, sono Taka no Moneys l'autore della lista errori, vorrei precisare alcune cose : al di la degli errori del volume in se, io ci tengo a far presente alla Star Comics questa situazione in maniera abbastanza decisa, affinché prendano finalmente dei SERI PROVVEDIMENTI, perché se andiamo a guardare, in ogni singolo volume uscito finora ci sono almeno un paio di errori di traduzione e/o adattamento e non si può proprio andare avanti così, per carità qualche errore scappa sempre (e questo vale per tutti i manga di tutte le case editrici) ma uno scempio come OP non l'avevo mai visto sinceramente, tanto che sto seriamente prendendo in considerazione la decisione di non comprare più l'edizione italiana e venderla in blocco. Poi, come ho potuto vedere, io ho una concezione di "errore" molto diversa da quella di molti altri, ad esempio gli errori che alla maggior parte dei lettori da più fastidio sono: Omara/Ohara (che è una semplice svista, visto che in giapponese i simboli per MA e HA sono molto simili e si possono confondere),e i nomi di Calibù e Colibù. Però per quanto mi riguarda questi errori sono le cose minori su cui potrei anche passare sopra; ciò che mi fa veramente ribrezzo è l'adattamento: in tutto il volume si salvano si e no un paio di frasi, per il resto, la maggior parte delle frasi all'interno del volume A ME, PERSONALMENTE non sono assolutamente piaciute, ma questo penso sia dovuto al fatto di averlo letto prima in lingua originale, dove rende infinitamente di più. (Però chissà perchè, ma con le scans del DFS riesco a godermelo come si deve XD) Detto questo, un dovuto ringraziamento a Sommobuta per aver fatto l'articolo sul Devil's Fruit Site.

Anonimo ha detto...

Sono assolutissimamente d'accordo con Taka e Sommobuta, soprattutto riguardo i problemi di adattamento..anche cambiare una semplice risata può stravolgere il carattere di un personaggio e intenderlo diversamente da come voluto dall'autore. Volevo chiedere, ma nella ristampa italiana (i volumi bianchi) ci sono correzioni rispetto alla prima stampa? Grazie Giuseppe

Pulvi ha detto...

Ok, ora è ufficiale: il DFS fa traduzioni migliori della Star Comics..... ^^

Zoro Roronoa ha detto...

No, semplicemente noi facciamo solamente un capitolo a settimana (e con pause, quando ci sono) di un solo manga. Tutto qui :D

PS: A livello di personale (riguardante solamente il lavoro su testo - traduzione; adattamento; lettering) siamo quantitativamente simili, 4-5 persone.

Anonimo ha detto...

Purtroppo l'adattamento è in generale davvero carente. Non credo che il lettore medio di manga pretenda una traduzione come qualla del Pindemonte dell'Odissea o del Monti dell'Iliade. Vuole semplicemente un prodotto di buona qualità, con una traduzione decente e fedele. Ebbene, i traduttori della Star Comics non sono capaci nemmeno di questo. Semplicemente, non sanno tradurre. Il Giapponese sarà pur difficile, ma ricordo gli esercizi di "vertere" un testo di Livio o Lisia del liceo: non bastava sapere il significato dei termini e la grammatica/sintassi. Per fare una versione di qualità contava molto la resa. Qui non si vede niente del genere, nemmeno una traccia di quella "cura" e sensibilità quasi artistica che deve avere un traduttore.
Se poi mi dite che Caribou e suo fratello sono diventati due macchiette ("Calibù"?!? O che è? una crasi tra Calimero e Zulù?!)...quasi mi vien voglia di non acquistare il volume!

grifone

Anonimo ha detto...

Con una differenza però! Voi siete appassionati (e quindi state attenti a tutte le incongruenze), loro lo fanno per lavoro insieme a decine di altri manga (e quindi soprattutto per i nomi è normale che ne dimentichino qualcuno)...

Friga92 ha detto...

per non parlare della qualità del materiale che usano per fare i fumetti -_-
e direi che 4 euro non sono pochi

Anonimo ha detto...

Semmai è il contrario. Noi One Piece ed altri manga li seguiamo per passione, perciò se non ricordiamo chi è Koluto in Hunter x Hunter o perché Genkai in Yu Yu Hakusho "resuscita" poco male. Loro sono pagati per il lavoro che fanno: è vergognoso che lo svolgano in maniera così approssimativa e sciatta. Tutt'al più che non ci aspettiamo cissà quale sforzo: ci basterebbe -in buona misura- una traduzione accettabile e fedele, non un capolavoro poetico.
Che poi si dimentichino i nomi...non dico impararli, ma diamine, c'è wikipedia apposta!

grifone

giosafat ha detto...

grande taka!!
hai inviato il file alla SC vero? ti hanno risposto?